Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy

Richiedi un preventivo

campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio

  * consenso all'utilizzo
PrestitiOnline.com attua una politica di trattamento dei dati personali nel rispetto del diritto alla riservatezza dei soggetti coinvolti. Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 e consenso al trattamento dei dati personali da parte degli aventi diritto e degli interessati al trattamento dei loro dati personali.
campo obbligatorio


Guida ai prestiti

Guida ai Prestiti per Protestati

Per chi ha subito un protesto ottenere dei finanziamenti può essere più difficoltoso: sarà necessario attivarsi per fare in modo che l'istituto di credito possa valutare positivamente la propria affidabilità e possa accordare il prestito. Oltre ad aver onorato tutti i debiti recenti, può essere utile prestare garanzie reali o personali aggiuntive e un reddito stabile e solido che dia maggiori sicurezze alla banca o alla finanziaria a cui ci si rivolge. Esistono poi forme di prestito, come la cessione del quinto dello stipendio e la delegazione di pagamento, che in virtù delle loro caratteristiche specifiche risultano concesse con facilità anche a chi ha avuto in passato dei problemi finanziari.

IL PROTESTO

Il protesto è un atto pubblico e serve a testimoniare il mancato pagamento da parte del debitore di un assegno o di una cambiale. La normativa di riferimento è contenuta nei R.D. n. 1669/1933 e n. 1736/1933. Il creditore che non ha ricevuto il pagamento di quanto dovuto può levare il protesto rivolgendosi a un notaio, a un ufficiale giudiziario o a un segretario comunale, nei casi previsti dalla legge.
 
GLI EFFETTI DEL PROTESTO SULL'AFFIDABILITÀ DEL DEBITORE

In questa sede, l'effetto più rilevante del protesto è da rinvenire nella diminuzione dell'affidabilità creditizia del debitore. Il fatto che in passato il soggetto non abbia onorato la sua promessa di pagamento aumenta automaticamente la rischiosità delle operazioni di finanziamento. La prudenza che caratterizza le banche e le società finanziarie nel concedere prestiti può rappresentare un ostacolo nell'ottenere nuovo credito. Esistono tuttavia strumenti finanziari ad hoc e garanzie supplementari che possono fornire una via d'uscita.

I PRESTITI CON CESSIONE DEL QUINTO E LA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

Prestiti con cessione del quinto e delegazione di pagamento rappresentano forme di finanziamento a basso rischio per l'intermediario finanziario, che sarà quindi più propenso a concedere credito anche se chi ne fa richiesta abbia subito un protesto. Il fatto che la rata mensile di rimborso venga trattenuta e versata alla fonte dal datore di lavoro del debitore rende queste modalità di finanziamento più sicure e accessibili anche a chi ha una macchia nel proprio profilo creditizio. 

I PRESTITI CAMBIALIZZATI

Il prestito cambializzato è un'ulteriore alternativa percorribile per i protestati che intendono ottenere un nuovo finanziamento. Si tratta di una forma di prestito riservata ai lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato che si distingue da altre forme di finanziamento in quanto il rimborso avviene attraverso il pagamento di cambiali. La cambiale è un titolo esecutivo, perciò, in caso di mancato pagamento l'istituto di credito può levare un nuovo protesto e richiedere il pignoramento dei beni del debitore e rivalersi così su quest'ultimo. 

I PRESTITI PERSONALI

Alcuni istituti di credito, qualora dopo aver analizzato la posizione del debitore e valutato la sua capacità di reddito ritengono che chi ha fatto richiesta di finanziamento sia meritorio di fiducia, possono decidere di concedere un prestito personale. A differenza delle alternative viste in precedenza, i prestiti personali richiedono minori adempimenti burocratici e garantiscono a chi li ottiene maggiore libertà di azione. Importo e durata del finanziamento possono essere stabiliti dalle parti in maniera piuttosto flessibile e il finanziamento viene concesso in tempi brevi. Spesso, se chi ha fatto richiesta di un prestito personale risulta protestato, l'istituto di credito esige la presentazione di idonee garanzie aggiuntive. Non basterà portare con sé i propri documenti di identità, la busta paga e il modello CUD, ma sarà necessario presentare in aggiunta una garanzia reale (pegno o ipoteca) o personale (come una fideiussione di un terzo coobligato) che riduca la rischiosità dell'operazione di finanziamento.

Vuoi richiedere un prestito per protestati? Inviaci una richiesta di preventivo o contattaci all'800.100.700.Prestitionline.com cercherà di offrirti il prestito che necessiti alle migliori condizioni. La risposta è immediata