Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy

Richiedi un preventivo

campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio

  * consenso all'utilizzo
PrestitiOnline.com attua una politica di trattamento dei dati personali nel rispetto del diritto alla riservatezza dei soggetti coinvolti. Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 e consenso al trattamento dei dati personali da parte degli aventi diritto e degli interessati al trattamento dei loro dati personali.
campo obbligatorio


Normativa Prestiti Personali

La regolamentazione dei prestiti personali e, più in generale, del credito al consumo è contenuta principalmente nel decreto legislativo n. 141/2010, emesso in attuazione della direttiva comunitaria n. 48/2008. L'intervento del legislatore ha voluto fornire maggiori tutele ai consumatori, in particolare per ciò che attiene alla trasparenza e alla completezza delle informazioni fornite dall'operatore finanziario. 

Le norme, entrate in vigore dal 1 giugno 2011, prevedono l'obbligo da parte della banca o della società finanziaria autorizzata ad erogare prestiti personali di presentare al cliente un modulo contenente tutte le informazioni di dettaglio relative al prestito, prima della conclusione del contratto. Questo modulo, noto come modello SECCI o modello IEBCC (acronimo di Informazioni Europee di base sul Credito ai Consumatori), rappresenta un importante strumento informativo per il cliente, che deve essere messo in condizione di effettuare una scelta pienamente consapevole. A questo scopo, il documento riassume, nelle sue diverse sezioni, le caratteristiche e le condizioni economiche del prestito personale oggetto di richiesta. Il focus è posto in particolare alla composizione del TAEG, il tasso di interesse annuale effettivo globale, l'indicatore più importante per valutare la convenienza e i costi connessi all'operazione di finanziamento. 

Il legislatore è intervenuto anche per regolamentare un altro aspetto legato al rapporto tra il cliente e la società finanziaria che eroga un prestito personale, prevedendo per il primo la possibilità di estinguere il contratto prima della scadenza pattuita. Questa opzione è sempre possibile, per la copertura anticipata di tutto o di parte del debito residuo. In caso di estinzione anticipata del prestito l'istituto che ha erogato il finanziamento può applicare al consumatore una sanzione di importo massimo pari all'1% della somma stanziata (art. 125-sexies del d. lgs. 141/2010). Inoltre, entro 14 giorni dalla sua stipula, il cliente ha diritto di recedere dal contratto di finanziamento  senza che ciò comporti penali (art. 125-ter del d. lgs. 141/2010).

Grande attenzione è poi posta alla tutela del diritto alla privacy del consumatore. In questo senso rileva quanto disposto dal decreto legislativo n. 196/2003, secondo il quale i dati sensibili di chi fa richiesta di un prestito personale debbano rimanere riservati. Inoltre, il cliente deve essere informato riguardo a come i propri dati verranno utilizzati e deve esprimere il proprio consenso affinché ciò sia possibile.

Richiedi un Preventivo