Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy

Richiedi un preventivo

campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio
campo obbligatorio

  * consenso all'utilizzo
PrestitiOnline.com attua una politica di trattamento dei dati personali nel rispetto del diritto alla riservatezza dei soggetti coinvolti. Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 e consenso al trattamento dei dati personali da parte degli aventi diritto e degli interessati al trattamento dei loro dati personali.
campo obbligatorio


Esempio

Puoi avere
15.000
Conuna rata base di
179
al mese/120 rate
Tan fisso 6,25% Taeg fisso 7,8%



Prestito Ristrutturazione

Se hai deciso di aggiungere valore alla tua abitazione, rinnovando l'architettura o l'impiantistica, rivolgiti subito a Prestitionline.com chiamando al nostro numero verde 800.100.700: riceverai tutte le informazioni che ti occorrono, e potrai scegliere il tipo di prestito per la ristrutturazione che meglio si addice al tuo progetto. La tua è un'ottima scelta, poiché ristrutturare la propria casa, oltre che migliorare l'aspetto estetico della struttura e le condizioni di vita degli abitanti, rappresenta anche una forma importante di investimento.
 

Alcuni esempi di prestiti per ristrutturazione
Importo prestito 60 mesi 84 mesi 120 mesi
5.000 € 110,00 €   87,00 €   67,00 €
10.000 € 223,00 € 173,00 € 132,00 €
15.000 € 333,00 € 259,00 € 198,00 €
20.000 € 445,00 € 345,00 € 264,00 €
30.000 € 667,00 € 518,00 € 397,00 €


​Tan da 4,25% - Taeg da 8,90%. Per le condizioni economiche e contrattuali consultare i Fogli informativi
 
La ristrutturazione di una casa può riferirsi alla manutenzione ordinaria o straordinaria. Nel primo caso si intendono i lavori da eseguire su una parte limitata dell'abitazione, e che non ne modificano la forma e le dimensioni originali, come le finiture interne, l'installazione di doppi vetri, cancelli, portoni o grate, il rifacimento o la riparazione del tetto, la manutenzione delle aree verdi: per tutti i lavori di questo tipo non è mai necessario inoltrare domanda o segnalazione al Comune di residenza.
 
Al contrario, gli interventi di ristrutturazione straordinaria comprendono tutte quelle opere che in qualche modo andranno a modificare la struttura originale dell'edificio, come la realizzazione di servizi igienici o di impianti tecnologici, gli interventi sulla facciata, la creazione di cortili o giardini, la modifica nella distribuzione degli spazi interni o la trasformazione da singole unità immobiliari ad un'unità unica. In tutti i casi simili a questi, è obbligatorio richiedere un'autorizzazione edilizia, che in genere viene concessa implicitamente, senza ricevere risposta. Opere più complesse, come l'ampliamento di uno stabile o l'installazione di prefabbricati, così come le nuove costruzioni, richiedono anche il versamento di un contributo all'Amministrazione Comunale.
 
Se hai deciso di ristrutturare la tua casa e ti occorre un prestito, chiamaci o inviaci una mail di richiesta: ti spiegheremo con precisione di quali informazioni abbiamo bisogno per ottenere rapidamente la cifra di cui hai bisogno e se, oltre ai documenti normalmente necessari per l'apertura di un prestito, devi inoltrarci anche il progetto del lavoro di ristrutturazione, o l'eventuale permesso delle autorità comunali.
 
Valuteremo attentamente il tuo progetto, per capire anche se il prestito di cui hai bisogno ti permette di accedere ad alcune agevolazioni, quali la detrazione dall'imposta sul reddito, la riduzione dell'IVA per i lavori eseguiti e l'acquisto di materiali e attrezzature, e altre tipologie di bonus, in dipendenza del valore dei lavori e del periodo di svolgimento, variabili secondo le modifiche di legge.
 
Se, invece, nel tuo caso, i lavori di ristrutturazione da eseguire non richiedono un investimento economico notevole, possiamo orientarti verso un semplice prestito personale non finalizzato, facile e rapido da ottenere con la semplice presentazione di pochi documenti, senza l'obbligo da parte tua di dover giustificare la richiesta o di dover documentare il progetto e le relative spese.
 
Non potevi scegliere momento migliore per chiedere un Prestito Ristrutturazione. Oggi, ai vantaggi finanziari offerti da prestitionline.com si aggiungono i bonus previsti dagli incentivi Statali  e i benefici fiscali previsti dalla legge. Su tutti i lavori di manutenzione, restauro, ristrutturazione edilizia e recupero conservativo del tuo immobile potrai usufruire di uno sgravio fiscale 
 

(*) L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) ed è concessa quando si eseguono interventi

  • di ristrutturazione edilizia e acquisto mobili ed elettrodomestici connesso alla ristrutturazione;
  • di riqualificazione energetica degli immobili;
  • miglioramento e adeguamento sismico.

Le detrazioni, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, sono riconosciute nelle
seguenti misure:

  • 50% per le ristrutturazioni edilizie e l'acquisto di mobili ed elettrodomestici;
  • 65% per miglioramento energetico;
  • 65% per miglioramento e adeguamento sismico.

Il limite massimo di risparmio ottenibile con la detrazione (100.000, 60.000 e 30.000 euro, a seconda del tipo di intervento) va riferito all’unità immobiliare oggetto dell’intervento stesso.
Pertanto, va suddiviso tra i soggetti detentori o possessori dell’immobile che partecipano alla spesa, in ragione dell’onere effettivamente sostenuto da ciascuno.

Anche per gli interventi condominiali l’ammontare massimo di detrazione deve essere riferito a ciascuna delle unità immobiliari che compongono l’edificio.

Tuttavia, quando si tratta di un intervento di riqualificazione energetica, per il quale è
prevista la detrazione di 100.000 euro - e lo stesso intervento si riferisce all’intero edificio
e non a “parti” di edificio - tale somma costituisce anche il limite complessivo di
detrazione e va ripartita tra i soggetti che hanno diritto al beneficio.
Se sono stati realizzati più interventi di risparmio energetico agevolabili, il limite
massimo di detrazione applicabile sarà costituito dalla somma degli importi previsti
per ciascuno degli interventi realizzati.  Così, per esempio, se sono stati installati dei pannelli solari, per i quali è previsto un importo massimo di detrazione di 60.000 euro, e sostituito l’impianto di climatizzazione invernale, per il quale la detrazione massima applicabile è di 30.000 euro, sarà possibile usufruire della detrazione massima di 90.000 euro.

Invece, il contribuente potrà richiedere una sola agevolazione quando effettua interventi caratterizzati da requisiti tecnici tali da poter essere ricompresi in due diverse tipologie. Questo accade, per esempio, quando sono stati realizzati interventi di coibentazione delle pareti esterne, inquadrabili sia nell’ambito della riqualificazione energetica dell’edificio sia in quello degli interventi sulle strutture opache verticali. In questa situazione il contribuente dovrà indicare nella scheda informativa da inviare all’Enea a quale beneficio intende fare riferimento.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
  • gli inquilini
coloro che hanno l’immobile in comodato. 

(*) Cit:  www.casa.governo.it

 

Guida ai Prestiti per Ristrutturazione

Vuoi sapere di più sui prestiti per ristrutturare casa? 
Da oggi puoi leggere le nostre guide tematiche, e approfondire la tua cultura in materia di prestiti online!

Vai alla Guida sui Prestiti per Ristrutturare Casa
 
Richiedi un Preventivo